INFORMACALCIO

ARTICOLI REGIONALI

LA STORIA NON INSEGNA

17/12/2010
Corsi e ricorsi, pioggia, neve e gelo...è inverno, ma chi è delegato a predisporre i calendari non lo ha ancora capito.

Noi di Informacalcio siamo online da più di dieci anni ed ogni anno, fra fine novembre e fine gennaio, impazziamo per la modifica dei calendari: gare sospese, rinviate sia d'ufficio che sul campo e via così.
In questi periodi, dove gli Arbitri decidono di far giocare, si pratica uno sport che rassomiglia al calcio, ma non lo è: ogni partita che inizia in questi mesi provoca e può provocare un numero illimitato di danni e falsa comunque il valore di ogni squadra.

Danni alle persone, sia per recarsi sui campi per giocare, sia durante la competizione: incidenti ed infortuni, oltre al grande freddo soprattutto per i ragazzini.
Danni ai terreni di gioco: lo sa la Federazione quanto è costoso mantenere in buono stato un campo di calcio? Lo sa che far giocare una partita su un terreno pesante comporta per la Società un costo enorme per il ripristino del campo stesso e il più delle volte il campo è compromesso per tutto il resto della stagione? Lo sa che le Società sono alla canna del gas e non hanno più soldi?

Non si è ancora capito perchè i campionati devono terminare ai primi di maggio ed iniziare ad autunno inoltrato: non si gioca proprio quando è meraviglioso giocare e quando tutti i terreni sono verdi ed in ordine.

Noi di Informacalcio abbiamo sempre pensato che la Federazione sia un organismo immobile, però è tempo che si dia una mossa ed apra gli occhi, guardando in faccia la realtà ed imparando ciò che la storia ogni anno insegna.

Link