INFORMACALCIO

ARTICOLI REGIONALI

DA DOMENICA CONTINUA LA CACCIA ALLA SERIE D: AL VIA GLI SPAREGGI TRA LE SECONDE DI ECCELLENZA

22/5/2009
Roma, 22 Maggio 2009 – Concluso domenica scorsa il campionato di Eccellenza nei singoli comitati regionali della LND, con 28 squadre promosse direttamente in Serie D, da domenica la caccia alla promozione nel massimo campionato nazionale dilettantistico prosegue con la fase degli spareggi tra le seconde classificate. Di fronte le 28 società classificatesi al secondo posto (direttamente o dopo una fase di play off regionale) dei rispettivi gironi regionali in cui è articolato il campionato di Eccellenza. In questo torneo senza appelli, sono in palio 7 promozioni: per brindare, dunque, è necessario superare due turni, che si svolgeranno da domenica 24 maggio secondo la formula dell’eliminazione diretta con gare di andata e ritorno (I turno 24 e 31 maggio, II turno 7 e 14 giugno). In questo programma un solo posticipo: è quello che opporrà il Selargius, seconda in Sardegna, alla seconda classificata del CR Abruzzo, ancora da definire a causa del ritardo del campionato dopo il terribile terremoto che ha colpito L’Aquila lo scorso 7 aprile paralizzando anche l’attività calcistica regionale per quasi un mese. Da definire ancora anche i nominativi delle rappresentanti del CR Campania (il girone B), Trentino e Umbria, che verranno ufficializzate mercoledì prossimo.

LIMITI DI Età – In queste gare di spareggio-promozione fra le seconde classificate di Eccellenza, le Società partecipanti hanno l’obbligo di impiegare – sin dall’inizio delle gare e per l’intera durata delle stesse e, quindi, anche nel caso di sostituzioni successive di uno o più dei partecipanti – almeno un calciatore classe ’89 ed uno classe ’90.

Di seguito il programma gare del I turno.

Domenica 24 Maggio 2009 – Ore 16.30 Andata


Gruppo A : Settimo –Maia Alta Campo “Renzo Valla” Via Cascina Nuova – Settimo Torinese (To) – Arbitro: Valentini di Pesaro.

Gruppo B: Lia Piave – Monfalcone Stadio Comunale “G. Giol” – S. Polo Di Piave (Tv) – Arbitro: Baldicchi di Città di Castello.

Gruppo C: Palazzolo - Sancolombano Stadio Comunale Di Palazzolo Sull’oglio (Bs) – Arbitro: Gherzini di Genova.

Gruppo D: Cantù San Paolo - Loanesi S. Francesco Centro Sportivo Comunale – Cantu’ (Co) – Arbitro: Milan di Padova.

Gruppo E: Aquanera – Legnago Salus Campo Comunale Di Basaluzzo (Al) – Arbitro: Bi Biase di Siracua.

Gruppo F: F.C. Latina – Del Conca Stadio Comunale “D. Francioni” – Latina (Lt) – Arbitro: Costi di Perugia.

Gruppo G: Bastia - Fondi Stadio Comunale – Bastia Umbra – Arbitro: Paolini di Ascoli Piceno.

Gruppo H: Baldaccio Bruni – Borgo A Buggiano 1920 Stadio Comunale “Zanchi” – Anghiari (Ar) – Arbitro: Tardino di Milano.

Gruppo L: Pallavicino – Civitanovese Calcio Campo Comunale “F. Cavagna” – Busseto (Pr) – Arbitro: Lacalamita di Bari.

Gruppo M: Ostuni Sport – Acireale Campo Comunale Di Ostuni (Br) – Arbitro: Sacchi di Macerata.

Gruppo N: Striano - Licata 1931 Stadio Comunale di Striano – Arbitro: Cretti di Lovere.

Gruppo O: Angelo Cristofaro – Calcio Montenero Centro Sportivo Comunale Di Oppido Lucano (Pz) – Arbitro: Diomaiuta di Albano.

Gruppo P: Rossano – Atletico Nola Campo “Stefano Rizzo” V.Le S.Angelo – Rossano Scalo (Cs) – Arbitro: Chiffi di Padova.


Domenica 31 Maggio 2009 – Ore 16.30 Andata
Gruppo I: 2° Class. Abruzzo – Selargius da definire


Domenica 31 Maggio 2009 – Ore 16.30 Ritorno

Gruppo A : 2° Class. Trentino A.A. – Settimo da definire

Gruppo B: Monfalcone – Lia Piave Campo Comunale Via Boito 53 – Monfalcone (Go)

Gruppo C: Sancolombano - Palazzolo Campo Comunale “F. Riccardi” – S. Colombano Al Lambro (Mi)

Gruppo D:Loanesi S. Francesco – Cantu’ San Paolo Campo Comunale “G. Ellena” – Loano (Sv)

Gruppo E: Legnago Salus – Aquanera Stadio “Mario Sandrini” – Legnago (Vr)

Gruppo F: Del Conca – F.C. Latina Stadio Comunale “Carlo Brigo” – Morciano Di Romagna (Rn)

Gruppo G: Fondi – 2° Class. Umbria Campo “Arnale Rosso” – Fondi (Lt)

Gruppo H: Borgo A Buggiano 1920 – Baldaccio Bruni Campo Comunale “A. Benedetti”–Buggiano (Pt)

Gruppo L: Civitanovese Calcio – Pallavicino Pol. Comunale Di Civitanova Marche (Mc)

Gruppo M: Acireale – Ostuni Sport Stadio Comunale “Tupparello” – Acireale (Ct)

Gruppo N: Licata 1931 – 2° Class. Campania B Stadio “Dino Liotta” – Licata (Ag)

Gruppo O: Calcio Montenero - Angelo Cristofaro Campo “V. De Santis” – Montenero Di Bisaccia (Cb)

Gruppo P: Atletico Nola – Rossano Campo “Sporting Club” – Nola (Na)


Domenica 7 Giugno 2009 – Ore 16.30 Ritorno

Gruppo I: Selargius Calcio - 2° Class. Abruzzo Campo Comunale “Gen. V. Porcu” – Selargius (Ca)

IL 2° TURNO - Le 14 squadre che si qualificheranno per il secondo turno di gare spareggio-promozione si incontreranno fra loro in gare di andata e ritorno, ad eliminazione diretta, secondo gli abbinamenti di seguito specificati:


7 Giugno: Gare di andata – 14 giugno: Gare di ritorno

Vincente C – Vincente A

Vincente B – Vincente E

Vincente D – Vincente G

Vincente H – Vincente F

Vincente N – Vincente P

Vincente O – Vincente M

Vincente I – Vincente L (andata posticipata al 14 giugno, ritorno al 21 giugno)

---------------------

Le schede delle 28 protagoniste


EMILIA ROMAGNA

PALLAVICINO USD

Sede Sociale: Piazzale Cavagna, 1 - 43011 Busseto (Pr) - Telef. 0524 935060

Presidente: Vittorio Bottazzi

Vice Presidente: Aldo Toscani

Campo da gioco: Comunale "F. Cavagna" - Piazzale Cavagna 1 - Busseto (Pr)

Colori Sociali: Bianco/Blu'

Allenatore: Sig. Baratta Gian Luca

Note: Il Pallavicino nasce tre anni fa dalla fusione tra le societa' dei limitrofi comuni di Busseto e Polesine P.se iscrivendosi, per diritto sportivo mantenuto, al campionato regionale di Promozione. Il nome Pallavicino e' stato attribuito in virtu' del nobile casato dei Pallavicino che governava in questo angolo della bassa parmense ed estendeva quindi i propri domini sia nel comune di Busseto, sia nel comune di Polesine Parmense. Il primo anno non è stato facile, amalgamare una nuova societa' unendo dirigenti, sponsor, giocatori e pubblico ha creato non poche difficolta' al neonato sodalizio capeggiato dal Prof. Vittorio Bottazzi, personaggio di grandissimo carisma e di grandissimo spessore personale (non va dimenticato che il Prof. Bottazzi è stato per 40 anni sindaco di Polesine P.se e da oltre 40 anni è Presidente indiscusso della compagine calcistica locale). Archiviato il primo difficoltoso anno con una soffertissima salvezza il Pallavicino con un rafforzamento sia a livello dirigenziale che tecnico si presenta ai nastri di partenza per affrontare da protagonista il campionato regionale di Promozione: sulla panchina siede un tecnico giovane ma di provata ed indiscussa abilita', Gian Luca Baratta. Alla corte del mister fidentino arrivano giocatori vincenti: Manzani, Mirri, Rastelli, Donelli, Pezzini, Morsia che mettono a disposizione la loro esperienza per far crescere i giovani Chiari, Cremona, Vignali ....e per permettere alla squadra del Presidente Bottazzi di vincere il campionato e di iscriversi al piu' prestigioso torneo di Eccellenza. La campagna acquisti della matricola verdiana fa subito capire che la volonta' della dirigenza del Pallavicino è quella di allestire una squadra competitiva, destinata a recitare un ruolo importante: obiettivo centrare un piazzamento nei primi cinque posti della classifica. La squadra viene costruita tenendo conto delle logiche di bilancio, inserendo validi giovani (Pe', Arata,Valsuani, Colombi) ed altri giocatori piu' esperti come Grignani, Binchi il tutto in un contesto riconfermato nei suoi elementi piu' titolati.

La saggia guida di Mister Baratta permette ai verdiani d'iniziare la stagione ottenendo importanti risultati e consentendo a Manzani e compagni di stazionare in pianta stabile ai vertici della classifica. L'interesse nei paesi di Busseto e Polesine P.se cresce di domenica in domenica e grazie alle 31 fantastiche reti del bomber Matteo Rastelli ed alle magiche punizioni di Manzani, nella Bassa Parmense s'inizia a sognare ed a parlare apertamente di Serie "D". Le avversarie piu' titolate gradatamente ma inesorabilmente perdono contatto: Fidenza, Meletolese e San Felice vedono staccarsi le due regine del campionato vale a dire Pallavicino e Dorando Pietri Carpi (Mo).

La squadra modenese, autentica corazzata e "nata per vincere" il torneo si trova quindi come scomoda avversaria una terribile matricola che, animata da tanto entusiasmo e da tanta voglia di combattere, tiene vivo l'interesse della manifestazione che altrimenti gia' a meta' marzo avrebbe visto il successo della Dorando Pietri. Dopo un'incredibile alternanza di risultati e di ribaltamenti in classifica generale, le due contendenti chiudono il campionato con 76 punti ragion per cui si rende necessario lo spareggio per determinare la vincente del girone A del Campionato Regionale di Eccellenza Emilia Romagna. Il 10 maggio scorso a Scandiano (Re) di fronte al pubblico delle grandi occasioni avviene la super sfida che al termine dei 120 minuti (compreso i supplementari) vede il risultato fissato sul pareggio 1-1 (gol di Donelli). I rigori sono fatali a Manzani e compagni che si vedono sfuggire un'incredibile promozione ma che li rende consapevoli d'aver comunque disputato una stagione fantastica.

Bilancio in campionato: 34 gare disputate, 23 vittorie, 7 pareggi 4 sconfitte. Gol fatti 65 - Gol subiti 29- Media Inglese + 8.


DEL CONCA ASD

Sede: Via Stadio, 31 - 47833 MORCIANO DI ROMAGNA RN

Campo di gioco: Stadio Carlo Brigo, via Stadio, 31 MORCIANO DI ROMAGNA

Colori sociali: bianco-blu

Dimensioni: 105,00 x 62,00 capienza: 2.000

Presidente: Baldini Gianmarco

Allenatore: Tentoni _Davide

Note: La società DEL CONCA ASD Fondata nel 1998 dalla fusione tra Morciano calcio e Endas San clemente, milita stabilmente da 10 anni nel campionato di Eccellenza. Gli abitanti dei due comuni confinanti (Morciano di romagna e San Clemente) sono circa 12.000. Lo stadio è intitolato al compianto segretario Carlo Brigo scomparso negli anni 80 dopo una vita dedicata oltre 30 anni ai ragazzi del settore giovanile. Lo sponsor Ufficiale è la CERAMICA DEL CONCA con stabilimento in San Clemente rn (è anche sponsor della nostra NAZIONALE di calcio). Piazzamenti degli ultimi sei anni 2003/04 3^ dopo uno spareggio a Cervia con il Mezzolara, 2004-05 4^ - 2005-06 3^ - 2006-07 9^ - 2007-08 6^ 2008-09 2^. La Under 18 negli ultimi due hanno ha disputato le finali regionali di categoria.


FRIULI VENEZIA GIULIA


A.C. MONFALCONE 1922

Sede sociale: Via Arrigo Boito 53, Monfalcone (GO)

Presidente: Germani Lucio.

Campo di gioco: Campo Sportivo Comunale Via Arrigo Boito 53, Monfalcone (GO)

Colori sociali: azzurro.

Allenatore: Zanutta Michele.

Note: la società A.C. Monfalcone 1922 inizia la sua storia dopo la Prima Guerra Mondiale, con la denominazione di C.N.T. (Cantiere Navale Triestino). Intorno agli anni '30 il sodalizio cantierino è riuscito anche a toccare le vette della Serie B, per poi arrabattarsi fra Serie C e Seconda Categoria, passando per nuove denominazioni, fusioni e quant'altro; la società continua comunque ad essere sempre presente nei vari campionati regionali, fino al glorioso anno 2001/02, quando con Fabio Grillo in panchina ottiene la promozione in Serie D, la vittoria in Coppa Regione ed il raggiungimento della Finale di Coppa Italia contro la Boys Caivanese, uscita vittoriosa dalla sfida con il risultato di 1-2. Dura solo un anno, però, l'avventura del Monfalcone in Serie D, dal momento che arriva la retrocessione in Eccellenza, categoria nella quale la prima squadra milita attualmente. Nella stagione 2008/2009 è arrivato un buon secondo posto dietro alla corazzata Manzanese, frutto di ben 17 vittorie: a fronte di un attacco da 33 gol in 30 partite, la squadra di mister Zanutta ha mostrato un'attenzione notevole nella propria metà campo (solo 16 le reti subite), forte di un portiere come Nicholas Buso e di una difesa che fa perno sul duo Francesco Cappellari-Giulio Cappellari e sul fluidificante sinistro Sarcinelli (ex rappresentativa regionale al Torneo delle Regioni Juniores 2008 a Chioggia). A centrocampo i nomi di spicco sono quelli di Niccolò Giraldi, Radovac e Montebugnoli, mentre in avanti si segnalano il pericoloso "bomber" Adriano Lardieri e Dario Kovic. Un gruppo compatto, quello a disposizione di Michele Zanutta, che può anche contare su un ottimo seguito di appassionati, che ogni domenica affollano il Comunale di Via Arrigo Boito: la società cantierina, infatti, ha già organizzato un servizio pullmann per tutti coloro che volessero seguire da vicino i propri beniamini nel primo turno di playoff contro il Lia Piave.

Bilancio in campionato: 30 gare disputate, 17 vittorie, 8 pareggi, 5

sconfitte, 33 GF, 16 GS.

Contatto telefonico: numero fax 0481.412806; web www.acmonfalcone.it


LOMBARDIA

A.S. SANCOLOMBANO

Sede sociale: Viale Milano, 20 – San Colombano al Lambro (MI)

Campo di gioco: stadio comunale “Riccardi” – San Colombano

Colori sociali: rossoblu

Allenatore: Domenico Tassiero

Note: il Sancolombano è da sempre fucina di talenti nel territorio del basso milanese-lodigiano. Tanti i giovani che hanno raggiunto traguardi importanti, anche nell’ambito professionistico, nel corso degli anni. Fra gli ultimi in ordine di tempo da citarsi i talentuosi fratelli Scietti, entrambi già parte di rappresentative regionali lombarde e della Nazionale dilettanti, con Mario approdato ai prof. con la maglia del Varese e Luigi tuttora fra gli uomini cardine della formazione rossoblu. Anche nella rappresentativa juniores allestita quest’anno dalla Lombardia tre erano gli elementi del Sancolombano, ovvero i giocatori Sommariva, Albertini e Ferrari.

Da ricordare che i rossoblu hanno dedicato la vittoria nei play off regionali e l’accesso agli spareggi nazionali a Bigio Sari, giovane atleta banino scomparso un anno fa a seguito di tragico incidente stradale e sempre nei cuori di tutti i rossoblu.

Nel primo turno degli spareggi il Sancolombano incontrerà la bresciana Palazzolo, che già l’ha estromesso in questa stagione nelle semifinali della Coppa Italia regionale.

Bilancio in campionato: nel girone A di Eccellenza ha chiuso al terzo posto con 59 punti, 16 vittorie, 11 pareggi, 7 sconfitte, 48 gol fatti e 30 subiti.

Bilancio nei play off regionali: 2-1 al Gavirate, 3-2 al Naviglio Trezzano.

Contatti: telefono e fax della sede 0371/898959

Web: www.sancolombanocalcio.it


A.C. CANTU’ G.S. SAN PAOLO
Sede sociale: Via Giovanni XXIII – 22063 Cantù (Como)
Campo di gioco: Comunale di Cantù
Colori Sociali: granata e bianco
Allenatore: Marco Ronchetti
Note: Il Cantù si è presentato quest’anno ai nastri di partenza dopo aver sfiorato per 3 anni consecutivi la promozione in serie D. Nella scorsa stagione sportiva, in particolare, è stato infatti sconfitto dal Casoli nell’ultimo turno degli spareggi nazionali, cui accede nuovamente nel corrente campionato nel tentativo di raggiungere la massima categoria dei dilettanti.

La società sportiva canturina vanta oltre 400 tesserati nel settore calcio e addirittura 22 squadre che ne compongono il florido vivaio. Il club ha conosciuto il suo momento più importante negli anni quaranta, quando la società disputava regolarmente il campionato di serie C, e negli anni 70, quando sfiorò di nuovo la promozione in serie C. Il Cantù ha valorizzato calciatori come Gianfranco Matteoli, considerato uno dei migliori registi di centrocampo italiani e vincitore di un campionato con l’Inter.

In questa stagione si è aggiudicato la Coppa Italia regionale battendo in finale il Palazzolo (che tra l’altro partecipa egualmente agli spareggi in quanto qualificata dal girone C lombardo) e nella fase nazionale si è fermato solo in semifinale per mano del Castelrigone finalista.
Bilancio in campionato: nel girone B di Eccellenza ha chiuso al quinto posto con 58 punti, 16 vittorie, 10 pareggi, 8 sconfitte, 55 gol fatti, 38 subiti.

Bilancio nei play off regionali: 3-0 al Mariano, 2-0 al Seregno.
Contatto telefonico: telefono e fax della sede 031/720451 Web: www.cantusanpaolo.it; cantusanpaolo@tin.it; info@cantusanpaolo.com


A.C. PALAZZOLO

Sede sociale: Via Brescia, 10 – Palazzolo sull’Oglio (Brescia)

Campo di gioco: campo sportivo comunale di Palazzolo

Colori sociali: biancoazzurri

Note: fondata nei primi anni del Novecento, la società bresciana vanta trascorsi nelle serie professionistiche anche in tempi recenti. E’ del 2004/2005 l’ultima partecipazione al campionato dell’allora serie C2, mentre al termine della stagione 2006/2007 scende anche dalla Serie D all’Eccellenza. Già nel campionato successivo si qualifica per i play off senza raggiungere il massimo torneo dilettanti che riprova in questa stagione a riprendersi. Nello scorso febbraio ha disputato anche la finale regionale di Coppa Italia, venendo sconfitta dal Cantù, pure qualificato agli spareggi nazionale per il girone B.

Nel primo turno degli spareggi promozione incontrerà il Sancolombano, eliminato dai bresciani nella semifinale regionale di Coppa Italia di categoria.

Bilancio in campionato: nel girone C di Eccellenza ha chiuso al terzo posto con 55 punti, 15 vittorie, 10 pareggi, 9 sconfitte, 56 gol fatti, 33 subiti.

Bilancio nei play off regionali: 1-0 al Casale Vidolasco, 3-2 al Castegnato.

Contatti: tel e fax della sede 030/7402560

Web: www.acpalazzolo.it


MOLISE


U.S. CALCIO MONTENERO

Sede sociale: c.da Valle Campanile snc – 86036 Montenero di Bisaccia (Cb)

Presidente: Giuseppe Spatocco

Campo di gioco: stadio Vincenzo De Santis (105x78, 1450 spettatori), c.da Valle Campanile snc, 86036 Montenero di Bisaccia.

Colori sociali: rosso-blu

Allenatore: Luigi Baiocco (subentrato a Ugo Sarracino alla 9^ giornata)

Note: Il Montenero è al quinto gettone di presenza negli spareggi nazionali tra le seconde classificate. Un’esperienza che ha anche portato bene in passato visto che, proprio attraverso i playoff, nella stagione 2004/2005 è arrivata l’unica promozione in serie D della storia rossoblù. Nel campionato di Eccellenza appena concluso il team bassomolisano è arrivato secondo in campionato, seppur nettamente distanziato dalla capolista Bojano (17 i punti in meno rispetto ai biancorossi). Una circostanza che ha però indotto la squadra a concentrarsi presto sui playoff, poi vinti in maniera brillante. In semifinale c’è stata l’affermazione nel derby contro il Petacciato ( 2-1 in trasferta nel match d’andata e un comodo 2-2 in casa) mentre nella finale unica di Trivento la vittima di turno è stata la rivelazione Sesto Campano (2-0, gol di Irmici e Silverio).

La formazione di Luigi Baiocco (ex Pro Vasto), subentrato alla 9^ giornata all’esonerato Ugo Sarracino, vanta una rosa di categoria in cui ci sono diversi reduci della scalata alla D andata a buon fine nel 2005 e calciatori che fanno ormai parte da anni dello stesso progetto tecnico. Tra questi il bomber Angelo Ferro (classe 1977, già promosso in D oltre che coi rossoblù pure con Bojano e Petacciato), autore di 16 gol in campionato e di 2 in altrettante gare (in finale era squalificato) dei playoff. Tra gli elementi da temere pure l’esterno offensivo Michele Silverio, 7 gol nella regular season e sempre a bersaglio nella fase finale (3 gol). Il perno del centrocampo è invece Marcello Iannacone (classe 1978), atleta che coniuga quantità e qualità (6 reti). In difesa occhio a Silverio Benedetto (1985), uno da controllare anche e soprattutto in avanti nel gioco aereo sui calci piazzati anche se nell’ultimo torneo ha gonfiato la rete ‘appena’ due volte. Tra le bandiere della squadra da menzionare pure l’esterno destro di origine albanese Dritan Puka, classe 1982.

Bilancio in campionato: 30 gare disputate, 17 vittorie, 8 pareggi, 5 sconfitte, 44 GF, 27 GS.

Bilancio playoff: 3 gare disputate, 2 vittorie, 1 pareggio, 0 sconfitte, 6 GF, 3 GS.

Contatto telefonico:segretario Gianfranco Muretta 338/3422875. Siti web www.monteneronline.it


PIEMONTE VALLE D’AOSTA

A.C.D. AQUANERA

Sede sociale: Via Santa Maria Maria - 15060 BASALUZZO (Alessandria)

Presidente: Renato Traverso

Campo di gioco: Stadio Comunale di via Mulino a Basaluzzo

Colori sociali: Azzurro arancio celeste bianco

Allenatore: Fabrizio Viassi

Note: La società milita con la prima squadra nel campionato di Eccellenza, ed è stata fondata nel 2001 dalla fusione di due società: A.C. Basaluzzo e Fresonara, iscrivendosi nel campionato di Prima categoria. Nel 2002 l’Aquanera ha vinto il campionato, conquistando la Promozione e nel 2006 si è classificata al quarto posto nei play-off per l’Eccellenza ed è stata ripescata. Con il passare delle stagioni si è sempre incrementato il settore giovanile, arrivando ai numeri di quella in corso: in tutto 100 atleti iscritti alla scuola calcio e una Juniores regionale.

A contribuire al successo di quest’anno è stato sicuramente l’ottimo rapporto di amicizia e di squadra tra i ragazzi e il tecnico, nonché con la società. La squadra è stata molto bilanciata e non ci sono stati individualismi. I numeri di questa stagione sono molto importanti, perché finire un campionato secondi con 64 punti (2 partite perse, 10 pareggi e 18 vittorie) e 14 punti di differenza dalla terza, è un risultato straordinario. Inoltre da segnalare Andrea Massaro, capocannoniere del girone con 19 reti. La stagione calcistica del sodalizio ha vissuto un emozionante testa a testa nel girone B con l’Acqui, vincitore del campionato.

Il cammino in Campionato: 30 gare disputate, 18 vittorie, 10 pareggi, 2 sconfitte (dopo essersi garantito il secondo posto); 52 gol realizzati, 25 gol subiti (secondo migliore attacco e migliore difesa alla pari con l’Acqui)

Lo spareggio: andata Busca-Aquanera 0-2 (reti: 2 Russo Gianluigi); ritorno Aquanera-Busca 1-0 (rete: Massaro Andrea)

Contatti: Presidente Renato Traverso 335.8278918; addetto stampa Valerio Torchio 333.9462573; fax 0143/489242; web: www.aquanera.it

A.C.D. SETTIMO

Sede sociale: via Primo Levi, 6 - 10036 SETTIMO TORINESE (Torino)

Presidente: Pierino Lovera

Campo di gioco: Stadio Comunale “Primo Levi” di via Primo Levi 6 a Settimo Torinese

Colori sociali: Viola bianco

Allenatore: Michele Del Vecchio

Note: Il Settimo nasce nel 1912, quando l´allora ventenne Francesco Antoniotti, insieme ad altri appassionati locali, diede vita alla prima società calcistica della cittadina situata nella prima cintura torinese. Quei pionieri vestirono le casacche viola e diedero alla loro squadra il nome della città. Nella stagione 1950-51 il Settimo militò in Promozione e, sempre nel 1951, fu inaugurato il glorioso campo di via Amendola, che divenne il punto di riferimento per tutto il movimento calcistico settimese. Fu proprio su questo terreno di gioco che si misero in mostra atleti come Giuseppe Viola, Felice Macagni, Giuseppe Chiatellino, Piero Manzetti, Felice Masoero e Marcello Verga, i quali vennero ingaggiati da squadre prestigiose come Perugia, San Severo di Foggia e Juventus. Quello tra il 1970 e il 1990 fu un periodo di sostanziale stabilità. La Prima Serie, conquistata nel 1973, fu il campionato in cui il la prima squadra del Settimo militò fino agli anni novanta. L´unico salto di categoria di questo ventennio avvenne a metà degli anni ’70, quando le violette guidate da Sattin conquistarono la Promozione. Da metà anni ’80 l’attuale presidente Pierino Lovera prese in mano le redini della Società e pose subito le basi per quella che, negli anni ´90, divenne una vera e propria scalata delle categorie regionali. Nel 1992-93, con Umberto Peterlongo in panchina, il Settimo conquistò la Promozione. Nel 1994-95 la breve parentesi di fusione con i “cugini” dell´Eureka risollevò le maglie viola nel frattempo retrocesse in Prima categoria. Interrotta la fusione, nel 1997 il Settimo guidato da Rolando Girardo centrò quindi l´Eccellenza, vincendo l’indimenticabile spareggio contro la Fulvius di Valenza. Il resto è storia recente, con un settore giovanile in costante crescita, la Coppa Italia Regionale vinta nel 2006 e una Serie D sfiorata negli ultimissimi anni.

Il cammino in Campionato: Trascinato dai 24 gol realizzati dai “bomber” Roano e Montesano (12 per ciascuno), il Settimo si è classificato al secondo posto, centrando per il secondo anno consecutivo i play-off per tentare l’assalto alla Serie D. Contando sull’esperienza di giocatori come Romeo e Di Marzo, ma ancor più sul carisma e l’abilità del tecnico Michele Del Vecchio (già vincitore della Uefa Regions’ Cup nel 2003 alla guida della Rappresentativa Piemonte Valle d’Aosta), le “violette” confidano di poter arrivare fino in fondo, nonostante le assenze di capitan Viola (la fascia ora la indossa Pepe) e dello stesso Di Marzo, entrambi infortunati. In campionato il Settimo ha totalizzato 52 punti (frutto di 16 vittorie, 4 pareggi e 10 sconfitte) realizzando 42 reti e subendone 29

Lo spareggio: le “violette” si sono qualificate alla fase nazionale dei play-off eliminando il Gozzano (che a sua volta aveva sconfitto la Pombiese nella sfida tra la terza e la quarta del girone), aggiudicandosi la gara di andata (Gozzano-Settimo 0-2, reti di Biasiglio e Caserio) e perdendo di misura quella di ritorno (Settimo-Gozzano 2-1, reti di Dainese, doppietta, e gol-qualificazione di Caserio a tempo scaduto)

Contatti: telefono/fax sede e campo: 011.8970071; e-mail: info@acdsettimocalcio.it


SARDEGNA

SELARGIUS

Sede sociale: Via della Resistenza 09047 – Selargius (Ca)

Presidente: Danilo Melis

Campo di gioco: “Virgilio Porcu” (erba naturale) Via della Resistenza – Selargius

Colori sociali: Granata (riserva: bianca)

Allenatore: Virgilio Perra

Note: Il Selargius è affiliato alla FIGC dal 1971. Partito dalla Terza Categoria nel 1975, arriva in Promozione nel 1980, per poi raggiungere il campionato di Interregionale nel 1990. Nel 1994 partecipa al campionato Nazionale Dilettanti, che lascia nel 2001 quando retrocede in Eccellenza, categoria che occupa attualmente. Una curiosità: anche l’anno scorso la squadra selargina ha partecipato alle finali nazionali, purtroppo con poca fortuna.

Bilancio in campionato: 5ª posizione, 30 gare giocate, 14 vittorie, 9 pareggi, 7 sconfitte. Le reti realizzate sono state 42, quelle subite 27.

Bilancio nei play off: 3 gare disputate, 3 vittorie. Otto le reti fatte, tre quelle subite.

Contatti telefonici: presidente Danilo Melis, cell. 348.2549380; dirigente Angelo Farci, cell. 338-33.22.682.


TRENTINO ALTO ADIGE

D.F.C. MAIA ALTA OBERMAIS

Sede sociale:

Via Dante, 5 – 39012 MERANO (BZ)

c/o VERDOFER BERNHARD Via delle Piante 13 - 39012 MERANO (BZ)

TELEFONO

Colori sociali:bianco/blu

Campo di gioco: Maia Alta /Obermais

Allenatore:Klotzner Martin

Note: La Società DFC MAIA ALTA OBERMAIS è nata nel 1972. Dalla stagione 1973-74 fino alla stagione 1988-89 ha disputato campionati di terza e seconda Categoria. Dalla stagione sportiva 1989-1990 e fino alla 1991-1992 ha svolto l’attività nel campionato di 1^ categoria. Successivamente per tre stagioni (1992-1995) ha militato nel campionato di Promozione. Nelle stagioni successivi la Società è retrocessa in prima Categoria, rimanendovi per altre quattro stagioni (1995-1999) per poi retrocedere ulteriormente in seconda categoria. La Dirigenza Societaria ha quindi deciso di impostare una nuova programmazione, fissando dei precisi obiettivi a medio-lungo periodo, rafforzando il proprio settore giovanile, valorizzando i calciatori del proprio vivaio. Dopo alcuni campionati disputati in 1^ Categoria, la Società inizia un ciclo particolarmente intenso e vincente che permane tutt’ora. Sotto la guida dell' attuale mister Klotzner Martin, nella stagione 2004-05 ha vinto il campionato di 1^ Categoria e subito dopo (2005-06) quello di Promozione.

La Società milita per il terzo anno consecutivo nel Campionato di Eccellenza, con dei brillanti risultati, classificandosi al 4° posto nella stagione 2006-2007 ed al 3° posto in quella successiva. In questi anni la Società, grazie ad un programmazione seria, ad una gestione attenta e precisa e ad una valorizzazione dei propri giovani, ha saputo conquistarsi la stima, la fiducia ed il rispetto dei tantissimi “supporter” che seguono le gare sia in casa che in trasferta.

La Società è inoltre considerata una delle migliori realtà del calcio regionale.

IL CAMMINO IN CAMPIONATO: 53 punti; 30 partite disputate; 15 vittorie;8 pareggi e 7 sconfitte; 62 reti realizzate e 39 reti subite

Contatti: 348 5222127 – 335 416298 - 0473 231224 - 335 416298 - E mail: info@fcobermais.it


UMBRIA

A.C. BASTIA 1924

Sede sociale : Piazza Bakunin 1 Bastia Umbra (Pg)

Presidente : Paolo Bartolucci.

Campo di gioco : Stadio Comunale Piazza Bakunin 1 Bastia Umbra (Pg)

Colori sociali : Bianco - Rosso

Allenatore : Massimo Cocciari.

Note : La società del Bastia nasce nel lontano 1924. Allora si adottò una divisa con i colori a righe verticali in bianco e nero, pare in onore della Juventus che in quegli anni mieteva successi. Poi in seguito i colori vennero modificati con gli attuali bianco e rosso. Sono anni in cui non esiste un vero e proprio campionato, ma si sfidano squadre di paesi limitrofi. Spesso si gioca anche senza arbitro. La svolta arriva negli anni successivi alla Guerra mondiale. Nella stagione 1953-54 il Bastia viene iscritto al campionato di Promozione regionale. Subito dopo salì addirittura in Quarta serie, che divenne serie D qualche stagione successiva. Ad inizio anni Sessanta la squadra tornò a disputare i campionati regionali anche se una grande novità era alle porte. Infatti si stavano gettando le basi per costruire il nuovo stadio. Che venne inaugurato ufficialmente lunedi 1° maggio 1967. Per l'occasione il Bastia calcio disputò un'amichevole con la Fiorentina. In quella partita il Comunale fece registrare il pienone, il punteggio fu AC Bastia-Fiorentina 0-3. Negli anni Ottanta la gradinata nord venne dotata di una copertura, si creò così la differenziazione tra tribuna nord e gradinata sud, che oggi è destinata alle tifoserie ospiti. Negli ultimi anni il Bastia è sempre stato ai vertici del calcio regionale. Disputando prima vari campionati di Interregionale (anni Novanta) per poi stabilizzarsi in Eccellenza. Particolare importanza riveste il lavoro svolto con il settore giovanile, serbatoio da cui, soprattutto negli ultimi campionati, ha attinto a piene mani la prima squadra. La formazione biancorossa oggi è allenata da Massimo Cocciari. Uno dei tecnici più stimati e vincenti di tutto il panorama regionale. La squadra poggia le basi su una difesa solida, comandata dal portiere Stefano Tajolini che è risultato decisivo nella finalissima con il Todi con quattro interventi miracolosi. Centrocampo di corsa e qualità e grande attacco. Dove c’è il tridente Marianeschi, Mancini, Battistelli che garantisce corsa, velocità, tecnica e letalità sotto porta.

Bilancio in campionato : 34 gare disputate, 14 vittorie, 12 pareggi, 8 sconfitte, 40 GF, 39 GS. Quarto posto in classifica finale.

Bilancio nei play off : Primo Turno: Trestina – Bastia 1-0 ; Bastia – Trestina 1-0 (passa il Bastia per il miglior piazzamento finale in classifica). Finale: Todi – Bastia 1-2

Contatti: Direttore Sportivo Danilo Moroni 339.3930451; Sito internet : www.bastiacalcio.it; Email: email@bastiacalcio.it


VENETO

A.C. LEGNAGO SALUS

Ha sede e giuoca in Legnago (VR) – “Mario Sandrini” - Via Olimpia 1.

Presidente: Pierluigi Bertelli.

Colori sociali: bianco-azzurro.

Allenatore: Roberto Maschi.

Note: l’attività calcistica nasce a Legnago nel 1921 e con varie denominazioni (U.S. Legnaghese, Liberi Calciatori, A.C. Valeri, A.C. Legnago, U.S. Salus, A.C. Isothermo, A.C. Riello Legnago, A.C. Legnago Salus) partecipa a vari campionati, anche in serie A nel 1922 e nel 1944… ma il 24 luglio 1921 si verifica lo scisma del calcio italiano, le 24 migliori squadre abbandonano il campionato ufficiale e ne fondano uno nuovo sotto l’egida della neocostituita Conferazione Calcistica Italiana, con sede a Milano, mentre il Legnago partecipa al campionato italiano della Figc con campionati regionali, i cui vincitori accedono alle semifinali nazionali. Nel 1945-46 il Legnago vince il campionato di serie C e perde la finale per l’ammissione alla serie B. Nella stagione 1963-64 l’Isothermo Legnago è promosso in serie D dopo due spareggi con lo Schio, ma rinuncia poiché è vietata la pubblicità dello sponsor sulle maglie. Nel campionato di prima categoria 1968-69 il Legnago allenato da Diego Fanin disputò allo stadio Flaminio di Roma, il 3 luglio 1969, la semifinale di Coppa Italia con l’Almas Roma e fu sconfitto a 2’ dal termine. Nella stagione 1970-71 con in panchina Gigi Menti è promosso in serie D. Il Legnago ha militato in quarta serie in tre periodi diversi: per tre stagioni dal 1952 al 1954, per altre nove dal 1971 al 1980 (i giocatori erano semiprofessionisti) e per altre nove stagioni, dal 1993 al 2002 nella nuova serie D (dilettanti) con alla presidenza Francesco Salvatore. Il 20 febbraio 1992 nella finalissima regionale sul neutro di Abano, il Riello Legnago allenato da Mario Maraschi vince la Coppa Italia battendo ai rigori (5-2) il Contarina. Nel campionato 1994-95 il Legnago allenato da Gigi Manganotti che aveva fra le sue fila Ezio Rossi, Perina, Mezzacasa e G.Pietro Zanaga conquista il terzo posto dopo Treviso (promosso in serie C) e Triestina. Nel 1997-98 il Legnago si classifica quinto e la sfida contro il Trento ospita sugli spalti ben 1.200 spettatori, con un incasso record di 12 milioni. Nel campionato 2001-2002 dopo nove campionati consecutivi di serie D il Legnago retrocede in Eccellenza, scendendo dodici mesi dopo in Promozione. Nel maggio 2003 cessa l’era Salvatore e alla guida del Legnago subentra un nuovo direttivo con Franco Pesarin presidente e Pierluigi Bertelli vicepresidente; a settembre viene inaugurata la nuova tribuna coperta con la partita amichevole Legnago Salus-Modena. L’11 giugno 2006 cerimonia d’intitolazione dello stadio comunale a Mario Sandrini (ex centrocampista del Legnago e medico) dopo referendum fra i lettori del giornale L’Arena, presenti il sindaco Gandini, l’ex libero della nazionale, il legnaghese Pier Luigi Cera, il portiere Matteo Guardalben che iniziò la sua attività a Legnago, autorità civili, militari, sportive e tifosi. Dopo un biennio i ruoli dirigenziali si invertono: Bertelli presidente, Pesarin vice e la squadra ritorna in Eccellenza al termine del torneo 2006-2007; il Legnago gioca le finali per il titolo regionale e batte in semifinale l’Albignasego (2-0) e nella finalissima di Montecchio Maggiore il Marano Vicentino ai rigori (9-8). Il 24 febbraio 2008, nello stadio di Solesino, davanti a quasi un migliaio gli spettatori, il Legnago batte in finale il favorito Albignasego (2-1, in gol Friggi e Guandalini) e conquista la Coppa Italia Regionale. La stagione calcistica 2008-2009 si apre con Pierluigi Bertelli riconfermato presidente e Roberto Maschi nuovo allenatore.

Bilancio in campionato (Eccellenza Veneto girone A) 2008/09: 30 gare disputate, 15 vittorie, 8 pareggi, 7 sconfitte, 43 GF, 26 GS.

Coppa Italia: finalista, sconfitto per 2-1 dal Liapiave dopo i tempi supplementari.

Contatto telefonico: Diego Vanti (segretario) 348/4124178. Web www.aclegnagosalus.it


A.S.D. LIAPIAVE

Ha sede e gioca in San Polo di Piave (TV) – “Giovanni Giol” – Via Rai 8/a

Presidente: Silvano Ongaro

Colori sociali: blu – giallo.

Allenatore: Graziano Morandin.

Note: il Liapiave è una giovane società calcistica fondata il 1° luglio 2006 con la fusione delle società Gemeaz Cusin S.Polo (allora in Eccellenza), A.C. Ormelle (militante in Promozione) e A.C. Cimasport (società di puro Settore Giovanile). Il neonato club gialloblù rappresenta tre comuni della provincia di Treviso, quali di San Polo di Piave, Cimadolmo e Ormelle, collocati in un territorio attraversato dai fiumi Lia e Piave, da cui la nuova denominazione sociale. La squadra ha militato da subito in Eccellenza grazie al titolo sportivo dell’A.S.D. San Polo Gemeaz Cusin 1929, il sodalizio più prestigioso del terzetto avendo disputato nella sua storia per cinque volte il campionato Interregionale. La stagione 2008/09 è sicuramente la migliore della giovane epopea del Liapiave, piazzatosi al 2° posto nel girone B dell’Eccellenza del Veneto, ma soprattutto vincitore il 22 febbraio scorso della Coppa Italia dilettanti. In finale i ragazzi di mister Morandin hanno piegato al fotofinish per 2-1 i campioni uscenti del Legnago Salus (guarda caso l'altra semifinalista veneta nei playoff) beffandoli nel recupero del secondo tempo supplementare. Tuttavia la successiva partecipazione alla fase nazionale è durata poco, con la vittoria nel triangolare lasciata al Muggia. I successi ottenuti nella corrente stagione paiono derivare dalla paziente programmazione societaria curata in primis dal presidente Silvano Ongaro e dal tecnico Graziano Morandin, il quale siede in panchina per la quarta stagione di fila. D’altra parte la scorsa estate il team gialloblù aveva allestito un organico di prima fascia, che sulla carta pareva avere tutto per lottare al vertice ottenendo magari il grande salto in serie D dalla porta principale. In rosa anche alcuni ex professionisti, in primis il portiere Lorenzo Cima (per anni protagonista in C2 con il Mestre) e il difensore Marco Giazzon (ex Belluno sempre in C2). Tra le punte da segnalare Sandro Tormen, messosi in luce con 12 reti, ben supportato da Michele Benetton pure lui capace di arrivare in doppia cifra (10 gol).

Bilancio in campionato (Eccellenza Veneto girone B) 2008/09: 30 gare disputate, 14 vittorie, 9 pareggi, 7 sconfitte, 37 GF, 22 GS.

Coppa Italia: vincente, vittoria per 2-1 in finale sul Legnago Salus dopo i tempi supplementari.

Contatto telefonico: Learco Savoini (segretario) 348/5545683, tel. 0422/855982, fax 0422/855982. Web www.liapiave.it

Link